Meek Mill ha parlato del beef con Drake e della dipendenza da Percocet

Articolo di

Redazione

Meek Mill è stato protagonista di un’intervista molto interessante alle Bahamas con Charlamagne Tha God, il conduttore del Breakfast Club che durante il beef tra Drake e Meek si era schierato dalla parte del rapper di Toronto.

Ora che tra i due è tornata la pace, Meek Mill ha deciso di aprirsi proprio con Charlamagne, parlando della sua vita privata e del suo lavoro, passando per la dipendenza da oppiacei iniziata nel periodo di scontro con Drake e con la quale ha dovuto combattere per arrivare ad essere l’uomo che è oggi.

Alla domanda su come fosse iniziato il dissing con Drizzy, Meek ammette di non saperlo e di non aver neanche chiaro il motivo che lo ha spinto ad attaccarlo per primo. Dice di aver passato un brutto periodo all’epoca, nel quale era influenzato dalla sua dipendenza da Percocet, lo stesso oppiaceo che ha provocato la morte di Juice WRLD pochi giorni fa. Ha inoltre rivelato che durante quei mesi, quando riguardava i suoi video su YouTube da sobrio, riconosceva di non essere in sé e che quello che stava facendo era sbagliato. Il beef si è poi concluso con la potentissima hit “Back To Back” di Drake, alla quale il rapper di Philadelphia si è dovuto arrendere. I due si sono riavvicinati lo scorso anno, quando Meek Mill, sconfiggendo la dipendenza, è uscito dal suo periodo buio e ha pubblicato “Championships“.

Charlamagne ha poi chiesto all’artista un parere riguardo la scomparsa di Juice WRLD, agganciandosi alla sua esperienza personale. Meek, come tanti altri colleghi, si è schierato contro l’uso di qualsiasi tipo di droga, anche se capisce bene che mettere la parola fine a questa piaga non sia facile. Il rapper ha messo in guardia la nuova generazione, che spesso non si rende conto dei danni che queste sostanze provocano col passare del tempo e di quanto sia necessario combattere con sé stessi per uscirne.

Se questi temi vi stanno a cuore potete guardare l’intervista completa qui sotto.

prossimo articolo

Nike ha dedicato una sneaker al campione del PSG