Sneakers

Move To Zero: in arrivo nuove sneakers Nike, Converse e Jordan sostenibili

Articolo di

Jessica Longhi

L’impegno per la sostenibilità preso da Nike è una promessa che il brand porta avanti da tempo e che nell’ultimo periodo si sta sempre più concretizzando attraverso il lancio di nuovi modelli nati dalla trasformazione dei rifiuti e caratterizzati da materiali innovativi. Questo percorso intrapreso da Nike prende il nome di Move To Zero, un progetto che punta all’annullamento degli sprechi e delle emissioni di carbonio. Parte di questo percorso verso la sostenibilità è, per esempio, la recente collezione Space Hippie, ma anche i prossimi lanci che, oltre a sneakers Nike, vedono coinvolti modelli di Jordan e Converse. Stiamo parlando della Jordan Crater Collection, delle Converse Chuck Taylor All Star Crater e delle Nike Air VaporMax 2020 Flyknit.

La collezione Jordan Crater è composta da tre silhouette: la Jordan Crater, la ciabatta Jordan Crater e la Air Jordan 1 High Zoom. La linea prende il nome dalla schiuma Crater, una miscela di schiume Nike con il 12% di gomma Nike Grind che proviene dagli scarti di produzione. Le tomaie delle tre sneakers sono poi state realizzate in un materiale simile al canvas, al quale sono aggiunti rinforzi e cinghie prodotti con il 100% di nylon riciclato. L’uscita della collezione è prevista per questo autunno.

Converse propone invece un pack di Converse Chuck Taylor All Star in tre colorazioni con dettagli fluorescenti. Prendendo parte al percorso intrapreso da Nike con Move To Zero, il brand ha deciso di traslare il pensiero etico alla base del design della collezione Space Hippie sulla sua iconica Chuck Taylor All Star, preservandone sia il DNA che l’estetica.
Così come le calzature proposte da Jordan, anche questi tre modelli sono caratterizzati dalla presenza della schiuma Crater e, inoltre, da un nuovo sistema di allacciatura. Il lancio è fissato per il 23 luglio sul sito di Converse.

Infine, troviamo le Nike Air VaporMax 2020 Flyknit, ad oggi una delle scarpe più sostenibili. Su questo modello troviamo un’unità Air a tutta lunghezza prodotta con il 75% di materiali riciclati; una tomaia realizzata in Flyknit, a sua volta composto da un filato fatto da componenti riciclate, inclusi scarti di bottiglie in plastica; una linguetta caratterizzata dall’80% di schiuma riciclata; un rinforzo sul tallone contenente il 60% di TPU riciclato, il quale regala anche un particolare effetto grafico; e un outsole che vanta al suo interno materiali Nike Grind. La scarpa gode anche della tecnologia FlyEase, un’innovazione firmata Nike che permette una facile entrata del piede all’interno della sneaker e che immediatamente lo mette in sicurezza. Questa nuova VaporMax verrà rilasciata il 23 luglio sul sito Nike.

prossimo articolo

La bolla di Orlando NBA è il più bel reality show mai creato