ALIFE x MoveShop: un ritorno alle origini dello streetwear

Articolo di

Redazione

Oggi parliamo di una collaborazione tra uno dei big dello streetwear mondiale, ALIFE, e uno degli store più importanti e storici d’Italia, MoveShop.

ALIFE nasce nel 1999 a NYC dalle menti di 4 soci (Arnaud Delecolle, Tammy Brainard, Rob Cristofaro e Tony Arcabascio) in un momento in cui allo streetwear mancava qualcosa e così fin da subito si impose trasferendo l’essenza della Lower East Side più street e raw nell’abbigliamento.

“It is a New York experience that translate into all that we do” disse ad Highsnobiety Rob Cristofaro.

MoveShop nasce 3 anni dopo con, più o meno, lo stesso scopo. Precursore di tutto quello che venne dopo, lo store portò l’essenza americana in Italia in un momento in cui lo skatewear era solo per skater e lo “streetwear” era Hip-Hop wear. Solo da MoveShop si potevano trovare brands come Ecko, Roca-Wear, Sir Benni Miles, Enyce, Phat Farm e tutto quello che era più in voga nei primi anni 2000.

Ed è proprio questo accomunamento che ha portato alla nascita questa collaborazione, che oltre ad essere la fusione dei due brand, è una dichiarazione: lo streetwear, quello vero, quello di strada, è ancora vivo.
Questa capsule totalmente made in Italy chiamata “ALIVE” si compone di tees, hoodies e crewnecks con tessuti premium e design ricamati in cui i loghi si fondono l’uno con l’altro.  Lo slogan è “LOVE FREEDOM ALIVE“, perchè lo spirito che ha dato inizio a questo fantastico mondo street è ancora vivo ed è guidato dall’amore e dalla libertà.
La collezione è disponibile in esclusiva mondiale solo su MoveShop.

 

prossimo articolo

Le Air Jordan IV “Sand” stanno per tornare