La Nigeria ha bandito modelle e modelli stranieri

Tramite un comunicato pubblicato qualche giorno fa dal Ministero Federale dell’Informazione e della Cultura, la Nigeria ha dichiarato che vieterà l’utilizzo di modelli/e e doppiatori stranieri nelle pubblicità.

L’obiettivo di tale scelta, si dice, è quello di sviluppare e promuovere i talenti locali, puntando così alla crescita dell’industria pubblicitaria nigeriana e in generale dell’economia del Paese.

Prima di arrivare a questo provvedimento drastico, il governo aveva già tentato di contrastare la forte presenza del mercato estero imponendo una tassa su ciascun modello non indigeno impiegato negli spot commerciali. Tuttavia la prima legge sembra essere stata accolta in maniera particolarmente positiva tra i giovani, che sempre più rivendicano con orgoglio le proprie radici e così le autorità hanno deciso di fare un ulteriore passo avanti nel controllo delle reti nazionali di comunicazione.