Talks

Nike ha creato nuove mascherine utilizzando i materiali delle sneakers

Articolo di

Edoardo Cavrini

La lotta contro l’incessante diffusione del coronavirus non si ferma e grandi aziende come Nike continuano a fare il massimo per cercare di portare un aiuto. Dopo aver stanziato un totale di 15 milioni e mezzo di dollari in favore di varie organizzazioni e aver lanciato la campagna social “Play inside, play for the world”, il colosso di Beaverton ha scelto di concentrare le sue forze sulla produzione di dispositivi di protezione.

Grazie alla collaborazione con l’Oregon Health & Science University, Nike ha sviluppato una nuova mascherina protettiva.

L’obiettivo non era solamente quello di creare una maschera altamente protettiva, ma anche di progettarne una che potesse essere prodotta con facilità.

Nike

Per la produzione di queste nuove mascherine, il brand ha massimizzato l’utilizzo di materiali impiegati per la manifattura di sneakers, come l’imbottitura che avvolge la caviglia, le corde applicate all’apparel e il TPU che forma le caratteristiche suole con unità Air, rimodellato per creare una visiera in grado di proteggere occhi e bocca. La realizzazione di questo dispositivo di protezione individuale non favorirà solamente una maggiore sicurezza per medici e volontari in prima linea ma, a differenza delle classiche mascherine, assicurerà una durata prolungata nell’utilizzo.

Nike non è tuttavia l’unica azienda ad essersi messa in campo nella lotta contro il coronavirus, scopri tutte le iniziative dell’industria della moda cliccando qui.