Nike celebra la techno di Berlino degli anni ’90 presentando le Air Max 180 BLN

Nike celebra la techno di Berlino degli anni ’90 presentando le Air Max 180 BLN

Articolo di

Piergiorgio Del Papa

Come insegna la storia, un tempo Berlino era divisa in due da un muro che impediva la libera circolazione delle persone tra la zona Ovest e quella Est, e in quel periodo iniziò ad espandersi tra i giovani un nuovo genere musicale che proveniva dagli Stati Uniti: la techno. In seguito alla caduta del muro, le differenze tra le due parti della città vennero sciolte proprio nella musica elettronica, divenuta veicolo di unione e integrazione.

Due anni dopo, nel 1991, Nike presentò al mondo la Air Max 180, creata da Bruce Kilgore e Tinker Hatfield, e caratterizzata dall’unità d’aria visibile a 180°, la prima della sua categoria. La scarpa rimase uno dei punti fermi della città fin dall’inizio ed è partendo da questa connessione che oggi Nike ha deciso di creare la Air Max 180 BLN per celebrare la musica, la cultura e la vita notturna della capitale tedesca.

Lo schema colori scelto è un chiaro riferimento alla Berlino degli anni ’90, dove il grigio riprende l’architettura della città e i colori neon che abbelliscono la scarpa si ispirano ai raggi laser e alle molteplici luci dei club tedeschi nati con la diffusione della techno. A completare il design della sneaker troviamo due scritte poste sull’icy oustole, UNITY e FREEDOM, che significano, in questo caso, che la musica può unire e rendere liberi.

Le Nike Air Max 180 BLN saranno lanciate durante l’Air Max Day in Germania, mentre nel resto del mondo verranno rilasciate il 30 Marzo. Seguiteci per scoprire la store list di queste sneakers.

prossimo articolo

Ecco tutta la collezione di adidas in collaborazione con Game of Thrones