Sneakers

Nike e la lotta per la sostenibilità: nasce il Sustainability pack

Articolo di

Redazione

Il forte impegno di Nike a portare avanti temi sociali e a favore dell’ambiente nelle sue campagne ha portato a implementare sempre più i sistemi di produzione, riducendo pian piano l’impatto sulla natura grazie all’impiego di tecnologie sostenibili.

L’ultimo progetto è il nuovo “Sustainability pack” composto da due linee diverse di produzione: l’una che utilizza pelle ecosostenibile, il Flyleather, l’altra che si serve di tele colorate con fibre vegetali. Le sneakers che vedono l’utilizzo di Flyleather bianco su tutta la tomaia e un mini swoosh sul mudguard sono una Air Force 1, una Blazer Low e una Nike Cortez. A ravvivarne la silhouette sono i motivi cartoon nati dalla penna di Steven Harrington sul side panel e sulle insole, usati in occasione del “National Earth Day”.

La tomaia in tela colorata con fibre vegetali la troviamo invece su una Nike Air Max 95 e una Blazer Low, entrambe giocate su colori tenui e sfumature pastello che presentano un lace tag che dà il nome alla linea: “The Plant Color Collection”.

Last but not least, una Nike Vapormax composta da tutti i fili di scarto e in eccesso della sovrapproduzione esagerata di casa Nike.

Le due colorazioni delle Nike Air Max 95 “Plant Color” usciranno il 18 aprile, mentre le sneakers nate dalla collaborazione con Steven Harrington saranno rilasciate il 15. Sul resto della collezione al momento non ci sono informazioni, perciò continuate a seguirci per altri aggiornamenti.