Fashion

La nuova collaborazione tra Heron Preston e Levi’s si rifà a un fatto personale

Articolo di

Ruben Di Bert

Dopo un anno di anticipazioni, Heron Preston ha voluto mostrare la sua nuova collaborazione con Levi’s raccontando un curioso aneddoto che ha ispirato la linea.

Per la stagione primavera/estate 2020, il designer e il brand statunitense hanno unito le loro forze creando una capsule collection di jeans e trucker jacket da uomo e da donna, intitolata “Mistakes are OK”. Il nome riprende un tatuaggio sul braccio dello stilista, che simboleggia l’errore di trascrizione dell’anno nel suo certificato di nascita: l’ospedale scambiò infatti il 1983 con il 1873 (anno in cui Levi Strauss e Jacob Davis brevettarono il processo di applicazione dei rivetti nei pantaloni).

I capi vantano quindi tagli destrutturati, etichette esterne e grafiche distorte influenzate per l’appunto dai difetti di fabbrica e dall’estetica industriale che accomuna i due marchi.

La linea verrà rilasciata il 14 settembre presso alcuni store selezionati in Asia e online.

Uomo

Donna

prossimo articolo

Non siamo pronti per un dissing tra Vetements e Balenciaga