Off-White rimane il brand del momento grazie anche alle mascherine

Articolo di

Ruben Di Bert

Nonostante il periodo decisamente insolito, il primo report trimestrale del 2020 di Lyst segnala per l’ennesima volta Off-White come il brand più desiderato del momento, complice anche l’incessante richiesta di mascherine e una strategia social che predilige un legame diretto con i propri follower.

L’analisi evidenzia che il marchio di Virgil Abloh è riuscito a vincere la continua lotta con Gucci, che adesso si ritrova fuori dal podio. Bene anche Balenciaga, che si riprende la medaglia d’argento, ma anche Nike, Jacquemus, Rick Owens, Thom Browne e Raf Simons, i quali scalano numerose posizioni dimostrando il potere delle collaborazioni e il successo della moda genderless. Rimane invece stabile il numero di aziende italiane in classifica, a differenza della scorsa edizione che ne aveva registrato un lieve calo.

Il Lyst Index mostra come la fedeltà dei consumatori verso i marchi di prestigio rimanga forte, anche in questi tempi di incertezza. La crisi del COVID-19 sta velocizzando i cambiamenti che già erano in atto nella nostra industria e ne promuove di nuovi. In questo periodo senza precedenti, il digitale assume un’importanza fondamentale per le case di moda.

Chris Morton, co-fondatore e CEO di Lyst

Anche per quanto riguarda i prodotti più in voga nei mesi di gennaio, febbraio e marzo l’industria della moda risente dell’effetto coronavirus. Si registra infatti un aumento considerevole di interesse per i capi sportivi da indossare durante la quarantena, ma anche una certa nostalgia per l’esperienza d’acquisto in boutique, che fa aumentare del 75% la ricerca dell’iconica borsa Classic Double Flop di Chanel presso negozi vintage.

Inoltre, salta all’occhio il caso delle sneakers Kobe 4 Protro Carpe Diem, che sono entrate nella lista degli articoli più ambiti dagli uomini in seguito alla tragica scomparsa dell’atleta.