L’omicidio di Pop Smoke sembra essere stato premeditato

Articolo di

Greta Scarselli

Nelle ultime ore siamo stati travolti da un’innumerevole quantità di notizie derivanti dalla morte di Pop Smoke. La tragica scomparsa del giovane rapper, appena ventenne, ci ha colto di sorpresa nella mattinata di ieri ed era l’ultima cosa che potevamo aspettarci.

Quella che però sembrava essere una rapina finita male, si è dimostrato, secondo le autorità, un omicidio premeditato e volontario: gli individui non ancora identificati sembrerebbero aver fatto irruzione in casa sua proprio per ucciderlo.

Tali informazioni derivano dai video di sorveglianza della casa a Hollywood Hills in cui Pop Smoke stava soggiornando, probabilmente in affitto. Il rapper aveva accidentalmente condiviso proprio poche ore prima il suo indirizzo sui social e potrebbe esser stato questo a far scattare l’assalto.

I quattro uomini che sono entrati in casa non avrebbero infatti portato via niente, ma si sarebbero limitati a sparare diversi colpi all’artista per poi fuggire.

prossimo articolo

Tutte le collezioni che Moncler Genius rilascerà nel 2020