Outpump vola a Berlino per il “All-AmeriKKKan Bada$$ World Tour” di Joey Bada$$

Articolo di

Redazione

Il 21 ottobre a Bristol è iniziato il “All-AmeriKKKan Bada$$ World Tour” che porterà il rapper di Brooklyn, Joey Bada$$, a spasso per tutto il Nord Europa. Noi di Outpump siamo volati a Berlino per la 13ma tappa.

La location scelta da Josif è il Festsaal Kreuzberg, locale situato nell’omonimo quartiere, che spesso ospita eventi del genere. I primi fan sono stati fatti entrare intorno alle sette e già si respirava un atmosfera speciale. Poco dopo il concerto è stato aperto da alcuni membri del collettivo Pro Era. Il primo di loro, Chuck Strangers, nonostante abbia cantato i suoi pezzi mentre la sala si stava ancora riempiendo, è riuscito a far saltare i presenti. Aaron Rose quindi ha preso il suo posto esibendosi in alcuni dei brani contenuti nel suo EP “Elixir”.

L’ultimo a scaldare la folla è stato il rapper Americano IDK che ha recentemente rilasciato il suo studio album di debutto “IWASVERYBAD”. La performance di quest’ultimo è a dir poco degna di nota. Il pubblico è letteralmente impazzito per la carica dell’artista che ha fatto salire ben tre persone sul palco a fare stage diving. Vi consigliamo caldamente l’ascolto del suo ultimo progetto.

https://www.instagram.com/p/BbZcr5sgGE5/

Quindi in questo locale infiammato, con il dj in piedi sulla console, è entrato Joey rappando “Pro Era-Era, Pro Era-Era-Era” sulle note di “ROCKABYE BABY”. A seguire subito un’altra hit dal nuovo album, “RING THE ALARM”, per alzare ancora di più il livello. Il badmon da subito ha iniziato ad incenerire il microfono mostrando tutte le sue skill e chiudendo ogni singola rima.

A seguire abbiamo ascoltato una serie di pezzi dal primo album, “B4.DA.$$”, gridando tutti “Badmon” durante “No. 99”. Il rapper ha poi chiesto se c’erano alcuni suoi fan dal day one, e ci ha quindi regalato una straordinaria “95 Till Infinity”. Subito dopo siamo tornati ancora più indietro con “Waves”, canzone facente parte del suo primo progetto “1999”, che ha registrato quando aveva solamente 17 anni.

Bada$$ è poi ritornato su un repertorio più recente facendo saltare tutto il locale con una carica eccezionale e un’incredibile capacità. Ad ogni hit si formava al centro della folla un enorme moshpit con un pogo via via sempre più sfrenato. Non è mancato il freestyle sul coro “Joey, Joey, Joey f***ing Bada$$”, ormai marchio di fabbrica del tour.

Il concerto si è concluso con un nuovo pezzo, cantato con Aaron Rose e Chuck Strangers, e a seguire la classica “DEVASTATED” che ha chiuso tutte le esibizioni del tour. Lo spettacolo è stato fantastico e la folla era caldissima. Possiamo dire di avere ascoltato uno dei migliori, sia in studio che live.

Prima di abbandonare il locale non ci siamo lasciati scappare una tappa alla zona merchandise, dove fra tutti gli oggetti Pro Era abbiamo scelto una longsleeve di “All-AmeriKKKan Bada$$”.

Il nostro soggiorno a Berlino sarebbe durato fino a lunedì e così Domenica sera abbiamo deciso di fare un salto anche al live di Alfa Mist, produttore/compositore che unisce le armonie malinconiche del jazz all’hip hop alternativo e al soul.

Al Gretchen, altro locale della città, abbiamo potuto ascoltare quasi tutto il nuovo album dell’artista inglese, “Antiphon”. L’atmosfera era incredibile e tutto il gruppo ha suonato in maniera ineccepibile regalandoci un sound pauroso.

Purtroppo, la nostra esperienza tedesca è volta quindi al termine ed è arrivato il momento di tornare in Italia. Rientriamo però più gasati che mai e pronti per il prossimo viaggio.

prossimo articolo

BIIS rende i sacchetti della spazzatura degli accessori di moda