P.J. Tucker aprirà il suo negozio di sneakers

Articolo di

Claudio Pavesi

P.J. Tucker è da sempre considerato il re delle sneakers in NBA e per questo ha deciso che in ottobre aprirà il suo personale negozio di sneakers, chiamato The Better Generation.

Anche lui bloccato in casa per via della quarantena, PJ Tucker ha allietato le giornate dei suoi followers con dirette Instagram in cui ha mostrato qualche pezzo pregiato della sua incredibile collezione, tra vecchi box, ripostigli, scarpiere e armadi che meriterebbero il rispetto di un museo.

Durante una live con Nice Kicks, Tucker ha detto di aver intrapreso l’idea di aprire un negozio di sneakers, un’idea che è già realtà visto che, secondo quanto detto dallo stesso Tucker, The Better Generation dovrebbe aprire già a ottobre a Houston.

P.J. Tucker difende su Kawhi Leonard indossando delle Jordan XIII “Oregon Ducks Track & Field PE”

Non si sa molto sul progetto, il sito internet è infatti vuoto, così come le pagine social, eccezion fatta per il logo. Nonostante ciò, Tucker ha già detto di avere qualche collaborazione in cantiere. La cosa non sorprende, considerando la rilevanza che vanta Tucker nel mondo sneakers NBA e conseguentemente con i brand. Lo sneaker king ex Phoenix Suns è un atleta Nike, fresco di rinnovo, ma in passato ha lavorato anche a una collaborazione con Giuseppe Zanotti.

La scelta di Houston non è casuale, dato che non si tratta solo della casa dei suoi Rockets. Houston infatti è a meno di 3 ore di macchina da Austin, città in cui lo specialista difensivo dei Rockets ha giocato al college, per i Texas Longhorns. Tucker è originario del North Carolina ma il basket lo ha portato ovunque: Israele, Ucraina, Grecia, Italia, Porto Rico, Germania e ovviamente la NBA, in cui si è diviso tra Toronto, Phoenix e Houston. Ormai alla soglia dei 35 anni, Tucker ha un contratto con Houston che scadrà al termine della stagione 2020/21.

Outpump seguirà gli sviluppi di The Better Generation e delle sue collaborazioni.

prossimo articolo

Kanye West ingannò Taylor Swift con l’uscita di “Famous”