Fashion

Quarta serata di Sanremo 2024: la nostra pagella dei look

Articolo di

Leonardo Brini

Momento di pausa dai brani in gara, all’Ariston va in scena la quarta serata: quella delle attesissime cover. L’unica cosa che non si ferma sono le nostre pagelle dei look, così come gli outfit total-black (ormai abbiamo perso il conto) e la noia di alcuni artisti in gara.

Arriva però anche il primo 10 di questa edizione di Sanremo: chi sarà?

Sangiovanni in GCDS con Aitana

Ad aprire la serata è Sangiovanni, che preferisce non oscurare la collega Aitana (in Versace) e ricicla i pantaloni in latex, cambiando solamente la giacca sopra. Triste.

Voto: Spending Review

Annalisa in Dolce & Gabbana con La Rappresentante di Lista

Ancora pelle, questa volta però per Annalisa. Anche detta l’abitudinaria, dato che non si toglie le calze nemmeno questa volta. Triste, anche lei.

Voto: 6

Rose Villain in Sportmax con Gianna Nannini

Look-pointillisme (cristalli edition) per Rose, che con lo strascico pulisce tutto il palco dell’Ariston e con i guanti si prepara a lucidarsi gli strass.

Il vestito funziona, ma avremmo preferito vederlo in una versione lunga.

Voto: 7

Gazzelle con Fulminacci

Attenzione signore e signori, colpo di scena. Gazzelle abbandona il total black e si presenta in rosa. Cosa avrà causato questo cambiamento pazzo? Non lo sappiamo, ma forse era meglio prima.

Gazzelle torna in te per favore.

Voto: 5

The Kolors in Emporio Armani con Umberto Tozzi

Sicuramente non ci aspettavamo grandi scintille per i look dei The Kolors, e infatti avevamo ragione. I loro completi sono tutto ciò che non ne possiamo più di vedere sul palco: guida illustrata all’outfit anonimo.

(Un ragazzo incontra una ragazza)

Voto: 6 (diviso per 3)

Alfa con Roberto Vecchioni

Ci rifiutiamo di spendere altre parole per i look di Alfa. Andate a leggere i commenti dei giorni precedenti.

Voto: Basta

BNKR44 in Jacopo D’Andrea e Danae Marra con Pino D’Angiò

Ancora un colpo vincente per i BNKR44, che non solo fanno una performance unica con il leggendario Pino D’Angiò ma si presentano anche elegantissimi e coloratissimi. Si riconfermano i giovani più stilosi di questo Sanremo: principini.

Voto: 8

Irama con Riccardo Cocciante

Irama ancora con un pantalone di pelle (stavolta per metà), ma a cui matcha una giacca sempre nera in pelle. Ci aveva avvisato di non volersi associare a nessun brand per concentrare l’attenzione solo sulla sua musica: così però non è divertente…

Voto: 5

Fiorella Mannoia in Luisa Spagnoli con Francesco Gabbani

Per la puntata delle cover Fiorella Mannoia da tutto, anche la giacca al pubblico. Iniziano composti ed eleganti, finiscono nel delirio: il classico copione di una qualsiasi serata di Sanremo.

Voto: 8

Santi Francesi in Dolce & Gabbana con Skin

Difficile commentare una performance del genere, sia dal punto di vista vocale che dei look. Impeccabili.

(Ora però riportate la camicia a Blanco)

Voto: 8 e mezzo

Ricchi e Poveri in Oséree con Paola & Chiara

Fermate il televoto fashion: i Ricchi e Poveri per noi hanno già vinto tutto. Anche questa sera dimostrano di essere i più freschi tra tutti i cantanti in gara: divertenti, eleganti e fuori di testa. Troppo noi.

Voto: 8 e mezzo

Ghali in Burc Akyol con Ratchopper

Dopo un inizio di puntata in salita, tutto si sblocca come per magia. A Ghali va la prima eccellenza di questo Sanremo, con un bellissimo completo nero composto da giacca, pantaloni e un top con un velo che cadeva quasi fino a terra, vestito come sempre da Ramona Tabita. Bravi.

Voto: 10

Clara in Roberto Cavalli con Ivana Spagna

Clara abbandona i look da principessa per la performance con Ivana Spagna, matchatissime con due mise total denim. Il risultato è inaspettatamente piacevole.

Voto: 7 e mezzo

Loredana Bertè in Valentino con Venerus

Fino ad ora siamo stati buoni con Loredana, arrivati alla quarta serata però cominciamo a sbadigliare davanti ai suoi look. Stasera in versione bomboniera, con una gonna (ovviamente cortissima) pomposa e con l’ormai immancabile cravatta nera firmata Valentino: bello ma non troppo.

(Dove si compra la canotta di Venerus?)

Voto: 7

Geolier con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio

Geolier si diverte a passare dai look da domenica al parchetto ai completi da matrimonio: questo bipolarismo è estremamente divertente perché non sai mai come si presenterà sul palco. Il quartetto ci ricorda un po’ i Soprano, ma forse l’obiettivo era proprio quello.

Voto: 7 e mezzo

Angelina Mango in Etro

Angelina Mango è un diesel: ci ha messo un po’ a carburare, ma alla fine è partita. Il nuovo look firmato Etro finalmente ci convince: pulito, elegante ma fresco, un degno cambiamento rispetto al caos dei giorni precedenti.

Voto: 8

Alessandra Amoroso in Roberto Cavalli con i BoomDaBash

Momento “Estate a Riccione” con Alessandra Amoroso, che sicuramente ci fa ballare ma non ci fa sussultare per il look. Un altro abito lungo, nero, con spacco che fa più festa del liceo che Sanremo. Peccato.

Voto: 7

Dargen D’Amico in Moschino con BabelNova Orchestra

Arriva la prima incertezza per Dargen: vanno bene gli orsetti, va bene l’abito stampato, ma forse il look da stella cometa è un po’ too much. Tutto quell’oro e quel lurex non erano necessari: anche meno.

Voto: 5

Mahmood in Dolce & Gabbana con i Tenores di Bitti

Traballante anche Mahmood: battere il look firmato Rick Owens era difficile, ma qui siamo proprio molto lontano. L’outfit è fin troppo normie, non ce lo meritiamo.

Voto: 6

Mr. Rain in Fendi con i Gemelli Diversi

Addio ai completi doppiopetto e alle maglie scintillanti: Mr. Rain si aggiunge alla lista dei fan della pelle, con un set verde brillante composto da camicia e pantalone. Ci serviva per riaccendere le speranze: Mr. Rain noi crediamo in te.

Voto: 7

Negramaro in Paul & Shark con Malika Ayane

Se c’è qualcuno su cui non scommetteremmo per un cambio look questi sono sicuramente i Negramaro, che grazie al cielo si fanno affiancare da Malika Ayane. Una scelta buona l’hanno fatta.

Voto: 9 (a lei)

Emma in Alessandra Rich con Bresh

Anche Emma si è presa il suo tempo per carburare, ma finalmente sceglie un look che funziona bene, anche nella sua semplicità. Poi vabbè, il medley di Tiziano Ferro forse ci ha condizionati un po’…

Voto: 8

Il Volo in Emporio Armani con Stef Burns

Il Volo si scompongono un po’, lasciando da parte blazer e i look da pinguini e optano per camicie in lurex e pantaloni gessati. Il loro stile è direttamente proporzionale alle loro doti canore: fate voi i conti.

Voto: 5 e mezzo

Diodato in Zegna con Jack Savoretti

Diodato o Don Dato? L’outfit del cantante è talmente austero che sembra uscito da I Promessi Sposi. In attesa dell’omelia durante la finale, speriamo in un cambio di rotta.

Voto: 5

La Sad in Yezael con Donatella Rettore

Piccolo chimico prima, Lady Gaga in Telephone dopo, il tutto corredato da pantaloni-sacco della spazzatura. Pensavate che con il look precedente avessero toccato il fondo? Ricredetevi.

Voto: 3 (1 a testa)

Il Tre in Diesel con Fabrizio Moro

Le magliette stanno a Il Tre come i pantaloni a Loredana Bertè (pure con la rima, tiè).

La repulsione del cantante per tutto ciò che potrebbe coprirgli i tatuaggi è da studiare e il look ci divide: non sappiamo se lo amiamo o lo odiamo.

Voto: Vi faremo sapere

BigMama in Lorenzo Seghezzi e Vinnoir con Gaia, La Niña e Sissi

Ormai lo sappiamo: BigMama non ha paura di niente. Il suo look è esattamente quello che ci voleva per una performance del genere. Un po’ troppo osé per il palco di Sanremo? Nah. Slay Mama.

Voto: 7/8

Maninni in Antonio Riva con Ermal Meta

La serata dei cosplay continua con Maninni nel sequel di Karate Kid. Salutati i completi neri, diamo il benvenuto a quelli bianchi. Niente di entusiasmante, ma fa il suo.

Voto: 7

Fred De Palma in SSHEENA con gli Eiffel 65 

Non sappiamo se sia stato più trash Blue, il freestyle o le bretelle glitterate sopra la maglia trasparente. Il total-black ci permette di non capire molto del look, ma quel poco che si vede basta e avanza.

Voto: 5 e mezzo

Renga e Nek in Maurizio Miri

Dopo i Segreti di Fatima e chi ha costruito le piramidi, tra i più grandi misteri dell’umanità ci mettiamo la palette degli outfit di Renga e Nek a Sanremo. Ci avevano illuso con i look della sera prima, per il medley all’insegna dell’autoreferenzialità si presentano con due colori che forse hanno inventato per l’occasione. Per fortuna siamo alla fine.

Voto: Basta (a domani)