Quattro designer donne reinventano la jersey da calcio

Articolo di

Piergiorgio Del Papa

Con i mondiali di calcio femminile alle porte, Nike ha affidato a quattro designer l’arduo compito di ridisegnare, secondo la propria visione, il simbolo del calcio dopo il pallone: la “jersey”.

Yoon Ahn, fondatrice di AMBUSH, ha creato una speciale maglia ispirandosi a uno dei simboli della cultura giapponese, il cappotto Happi, rappresentandolo come un simbolo non solo del potere femminile, ma anche come strumento per i fans di supportare i propri idoli. In aggiunta, la designer ha progettato anche un particolare reggiseno bi-color con il co-branding stampato sopra.

La designer e fondatrice di Kochè, Christelle Kocher, ha invece ideato un vestito ricostruendo la classica t-shirt da calcio, spiegando che può essere indossato sia per praticare sport che per muoversi in città.

Erin Magee di MadeMe ha voluto mettere sul piedistallo lo sport, celebrando la nazionale di calcio americana femminile della fine degli anni ’90 con una jersey pronta per essere utilizzata sul campo d’erba verde.

Infine, la jersey di Marine Serre è un ibrido che si adatta perfettamente alla vita di tutti i giorni, semplice e perfetta per i più svariati outfit.

prossimo articolo

Supreme ha presentato la sua collezione di occhiali da sole per la primavera/estate 2019