Rapper emergenti da tenere sott’occhio: Santana MOE

Articolo di

Greta Scarselli

È tornato il momento di proporvi nuovi artisti e questa volta lo facciamo presentandovi un gruppo: i Santana MOE.

Originari di Milano, i Santana MOE sono un duo di giovani ragazzi, Digio Santana e Rei Santana, che hanno iniziato il loro percorso nel 2016, cogliendo al volo l’ondata trap che proprio in quell’anno esplodeva e dilagava dalle periferie di Milano fino in tutta Italia.

Il riconoscimento dalla strada è arrivato subito, i due raccontano in modo crudo ma elegante la realtà che vivono nelle periferie milanesi, spingendosi fin là dove la trap vuole. Il primo singolo che segna questa conferma è “I Ragazzi Della Coca“, con il video su YouTube che raggiunge ad oggi quasi 800.000 visualizzazioni. Ma questi non saranno i numeri più alti: neanche un anno dopo arrivano a 900.000 con il video di “C’esta La Vie“.

I Santana MOE hanno preso molto da chi c’è stato prima di loro e l’ispirazione proveniente da oltreoceano è innegabile, differente però è il racconto di ciò che hanno vissuto in prima persona. Le loro storie possiamo ascoltarle in ben tre dischi che i due hanno al momento all’attivo, l’ultimo dei quali pubblicato appena la scorsa settimana.

Se i primi due progetti, “Giovani Danni” 1 e 2, hanno dato il via al loro percorso accompagnato da interessanti collaborazioni, quali quelle di Young Rame e Vaz Tè, il terzo mixtape ufficiale – intitolato “Santana Mafia Party” – vuole sfondare il muro per ottenere un riconoscimento a 360 gradi.

Otto tracce prodotte dal loro beatmaker di fiducia, YoungNanoBaby, e solo un paio affidate ad ospiti d’eccezione, i 2nd Roof. Questo progetto prometteva bene già dall’ascolto di “Fanculo Gli Sbirri“, uno dei singoli che lo ha anticipato, e al momento dell’uscita non ha che confermato le aspettative. Giovani e strafottenti, crudi e diretti, il problema per i Santana MOE non è cosa dire ma come dirlo, e puntualmente la scelta ricade sul modo più vero, vicino all’ascoltatore.

Sicuramente l’essere indipendenti è un termine che sta a cuore ai due giovani milanesi. I loro progetti, seppur col tempo distribuiti da Believe, sono stati pubblicati sotto la loro etichetta fondata già nel 2018, la CartelDeSantana Ent, nome che vediamo infatti riportato sulla cover di “Santana Mafia Party“.

A questo punto, non vi resta altro che cliccare play qua sotto e godervi il viaggio insieme alle nuove promesse della trap italiana.

prossimo articolo

Levi’s ha creato delle giacche con i giocatori del Liverpool