Shiva si è portato il primo Disco di Platino a casa in metro

Articolo di

Greta Scarselli

Shiva ha raggiunto oggi un grande traguardo, il suo primo Platino è arrivato con “Mon Fre”, singolo pubblicato quest’estate assieme a Emis Killa, dopo anni di sbattimenti e gomitate in mezzo a questa scena che fa a botte per tirare fuori il nuovo idolo. 

Il rapper milanese è sempre stato riconosciuto un talento e gli anni non gli sono neanche stati avversi, ciononostante farsi valere è stato qualcosa che si è dovuto sudare. La scena rap lo ha visto crescere ma dietro le quinte, non si è mai esposto, non ha seguito le mode, non è presente sui social e se nel 2019 riesci ad arrivare lo stesso vuol dire che ne vali davvero la pena. 

Il suo percorso è stato affrettato, la firma per Honiro Label a soli 15 anni lo ha messo in vetrina di fronte a tutti coloro che sanno fiutare dove c’è il talento, Shiva è stato notato da molti ma ha fatto comunque tutto da solo. Gli stream e il rispetto dei più grandi se l’è guadagnato con il sacrificio e la perseveranza richiesti a quello che sotto il nome d’arte era solo un ragazzino.

La foto postata questa sera dal rapper mostra tutta la genuinità e l’innocenza dei vent’anni: il primo Disco di Platino portato a casa in metro come un ragazzo qualsiasi ci ha ricordato per un attimo l’importanza di essere prima di apparire.

Si tratta solo del primo traguardo. Cosa possiamo aspettarci dal futuro del rap italiano?

Visualizza questo post su Instagram

Porto a casa il primo platino, Mon Fre 💿

Un post condiviso da SHIVA (@fuckshiva) in data:

prossimo articolo

IUTER e Abarth insieme per una capsule collection da “Record”