Fashion

Il fenomeno della “smog-couture” contagia il brand OFF-WHITE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Ci avevano già pensato BAPE e Supreme con le loro mascherine super-hype. Ora è il turno di OFF-WHITE, il brand che sin dai suoi esordi unisce saggiamente streetwear e high-fashion grazie alla mente creativa del suo fondatore, il designer americano Virgil Abloh.

Per la stagione Fall/Winter 2017 è prevista infatti la release di tre diverse tipologie di mascherine: la Diag Camou Mask color camo e le Diag Brush Mask e Arrows Brush Mask di colore nero con le classiche frecce incrociate e strisce diagonali che identificano il brand impresse a mano. Le mascherine sono realizzate completamente in cotone e misurano 18 x 12 cm.

Sul sito ufficiale del brand sono già inevitabilmente sold-out ma non disperatevi: saranno disponibili prossimamente presso rivenditori selezionati ad un prezzo che si aggirerà intorno ai 54€.

Il fenomeno delle face-mask, in realtà, ha avuto origine quasi un secolo fa quando in Giappone le mascherine venivano utilizzate come protezione da germi e virus durante l’epidemia di influenza scoppiata negli anni 30. Dagli anni ’50 in poi iniziarono ad essere utilizzate come protezione dall’inquinamento e questo uso si diffuse presto in tutti i paesi asiatici trasformandole in accessorio quotidiano imprescindibile. In particolar modo in Cina, negli ultimi anni, è diventata una vera e propria moda, tanto che le face-mask hanno invaso addirittura l’alta moda: stilisti e designer abbracciano i problemi di inquinamento di Beijing creando maschere all’ultimo grido.

Il fenomeno ha presto invaso anche hypebeast e sneakerhead diventando un vero e proprio business: appassionati hanno infatti realizzato veri e propri capolavori con il semplice utilizzo di sneakers. A tal proposito vi consigliamo di leggere il nostro interessante articolo dedicato proprio a questo fenomeno.


Outpump

ABOUT US · ADVERTISING LAVORA CON NOI