Sneakers

StockX è accusato di aver perso un paio di Nike Air Yeezy “Red October”

Articolo di

Edoardo Cavrini

Considerata una delle sneakers più limitate del decennio, la Nike Air Yeezy 2 “Red October” è diventata il grail per eccellenza, raggiungendo prezzi di resell davvero spropositati. Quando si parla di rivendita al giorno d’oggi è impossibile non fare riferimento a StockX, punto di riferimento per il mercato sneakers, fashion e di oggettistica da collezione, ma che nelle ultime ore è stato preso di mira da diverse critiche sui social.

Un utente su Twitter, @san_nimat, ha puntato il dito contro la piattaforma, accusandola di aver smarrito il suo paio di Nike Air Yeezy 2 “Red October” in taglia US 9 che gli aveva venduto. Stando a quanto riportato dal Tweet del ragazzo, la scarpa sarebbe arrivata in una delle sedi di smistamento di StockX per essere autenticata ma due settimane dopo il suo arrivo @san_nimat ha raccontato di aver ricevuto una mail in cui veniva comunicato che la “Red October” da lui mandata non aveva superato il controllo di autenticità, perché risultava essere un modello totalmente differente rispetto alla Air Yeezy originale. In aggiunta, la mail specificava che sarebbe stato inutile aprire un reclamo poiché il box originale non sembrava esser stato manomesso durante la spedizione.

Al posto della Nike Air Yeezy 2 “Red October”, sarebbe quindi arrivata un’altra scarpa mentre la prima sarebbe stata persa. La questione è stata resa pubblica su Twitter, dove si legge che StockX ha affermato di star cercando di risolvere la spiacevole situazione, impegnando nelle indagini anche uno dei loro Senior Manager.

Al momento non è ancora chiaro se la colpa sia effettivamente da imputare a StockX oppure a UPS, il corriere utilizzato dall’azienda, ma siamo certi che il colosso del resell riuscirà a risolvere il problema.