Supreme

Supreme spring/summer 2017 Tees Overview

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Domani, come per ogni stagione estiva, Supreme rilascerà le t-shirts in occasione del primo drop e perciò abbiamo deciso di dare un’occhiata approfondita ad una delle linee del brand più solida degli ultimi anni.

Partiamo subito con la regina, la Sade, che segue la scelta di Supreme di presentare ad ogni estate una “music tee“. Sade è il nome della jazz-pop band che debuttò nel 1984 con  “Diamond Life” e prende il nome dalla sua front leader. L’album d’esordio vinse il BRIT Awards nel 1984, ma la consacrazione internazionale ci fu con l’uscita del secondo LP, “Promise“,  che diventò doppio disco di platino in UK e quadruplo negli USA, oltre ad essere stato anche vincitore del Grammy Awards del 1986 come miglior band emergente. Ad oggi sono 4 i Grammy vinti dalla cantante e 50 milioni le copie vendute in tutto il mondo. Indubbiamente fu una ispirazione per la sua generazione, per questo motivo Supreme ha deciso di celebrarne l’influenza con quella che sarà la più ambita tee di questa collezione.

Passiamo poi ad altre due t-shirts: la prima firmata da Larry Clark e la seconda dedicata a Joe Roberts. La “Larry Clark Girl tee” presenta una foto già utilizzata dal brand nel calendario del 2005 in collaborazione appunto con l’artista di Tulsa. L’altra invece è la Swirl tee,  dedicata all’artista sopracitato, sconosciuto a molti e che lavora alle sue creazioni a San Francisco da più di 10 anni, collaborando di recente anche con il brand di Sean Pablo, Paradise. Stando alle parole dell’artista, la grafica per questa tee era pronta già da più di un anno e mezzo.

La più esplicita della linea, la “Fuck The President“, chiaro riferimento al neo presidente USA Donald Trump abbina slogan controversi a due cherubini che suonano lira e flauto. Sicuramente un modo elegante per esprimere la propria opinione.

Altra tshirtdegna di nota è la “Eternal Tee“, con l’immagine del monaco Thích Quảng Đức, che divenne famoso in tutto il mondo nel 1963 per essersi dato fuoco a Saigon per protesta contro il governo Sud vietnamita per combattere la persecuzione dei monaci buddisti. Dello scatto John F. Kennedy disse “Non c’è mai stata nella storia foto che abbia generato tanta emozione come questa”. Malcolm Browne, il fotografo che immortalò il momento, vinse il Premio Pulitzer.

Menzione speciale anche per la “Abstract Tee” che prende ispirazione dal celebre dipinto di PicassoLe Rêve“, con esplicito riferimento sessuale.

Infine completano il tutto la “Elephant Tee“, la “Dream Tee” con grafica all over e la “Automatic tee“. Molto carina anche l’unica longsleeves, la “Been Hit“, che presenta una grafica floreale con mirino al centro.

E voi quale tee preferite? Fatecelo sapere nei commenti.


Outpump

ABOUT US · ADVERTISING LAVORA CON NOI