Supreme sarebbe stata valutata un 1 miliardo di dollari

Articolo di

Roberto Penna

Venerdì sera ci eravamo lasciati con la dichiarazione di James Jebbia che confermava l’interesse della Carlyle Group per l’acquisizione di una quota societaria di Supreme.

Ora, invece, sono trapelati i primi rapporti della trattativa e sembra che il brand newyorkese abbia ufficialmente venduto una quota pari al 50% del valore di 500 milioni di dollari. Una cifra incredibile che porta Supreme ad essere valutata 1 miliardo di dollari.

La prima domanda che sorge spontanea e anche un po’ curiosa è: cosa farà Supreme con tutti quei soldi? Forse raddoppierà i suoi stores in giro per il mondo? Anche se questo comporterebbe l’aumento delle quantità di rilascio con probabili conseguenze sull’appeal del brand stesso.

Secondo voi invece su cosa investirà Supreme?

prossimo articolo

Riccardo Tisci annuncia la collaborazione con Nike