Supreme x Nike SB Dunk: una storia lunga 17 anni

Articolo di

Andrea Procida

New York, 2002, i destini di Supreme e Nike si incrociano per la prima volta.

Il primo è un brand già abbastanza affermato tra le subculture street dell’America e del Giappone, mentre il secondo non ha certo bisogno di presentazioni.

Solo un anno prima, Nike, grazie a Bodecker, ai tempi direttore generale di Nike SB, aveva riprogettato la Dunk del 1985 facendola diventare a tutti gli effetti una silhouette da skate. Qualcosa sicuramente stava già bollendo in pentola.

Così, a ottobre del 2002, Nike e Supreme fecero uscire due colorazioni delle Nike SB Dunk Low: una nera, limitata a 750 paia, e l’altra bianca, in sole 500 paia, entrambe caratterizzate da una grafica “Elephant Print” che ricopriva gran parte della tomaia.

Supreme x Nike SB Dunk Low “White Cement” – 2002
Supreme x Nike SB Dunk Low “Black Cement” – 2002

Solo un anno più tardi i due brand americani rinnovarono la loro partnership, questa volta proponendo la versione OG della Nike Dunk High, protagonista della campagna “Be True To Your School” nel 1985.

Inizialmente, i primi sample erano dotati di un pannello centrale ricoperto da una grafica fatta completamente di swoosh, ma visto che si trattava di una collaborazione Nike SB (e non Nike) l’idea fu bocciata.

Il team di designer decise così di sostituire quella grafica con una nuova contraddistinta da un pattern a stelle dorate: nacque così la Supreme x Nike Dunk High Pro SB, proposta in tre diverse colorazioni, tutte caratterizzate da una tomaia in finta pelle di coccodrillo e impreziosite da un lace lock argentato con la scritta “Supreme”.

Insieme alle tre Dunk, vennero anche rilasciate delle hoodie e dei beanie con la stessa grafica a stelle.

Nike SB Dunk High Supreme “College Orange” – 2003
Supreme x Nike SB Dunk High “Varsity Red” – 2003
Supreme x Nike SB Dunk High “University Blue” – 2003

Negli anni successivi Nike e Supreme collaborarono ancora diverse volte, andando a reinterpretare vari modelli del catalogo Nike (le più famose sono le Blazer Mid nel 2006 e le Bruin Low nel 2009), ma per vedere di nuovo una Dunk si dovrà aspettare il 2012.

È proprio quell’anno che, per celebrare al meglio il decimo anniversario della prima Nike Dunk in collaborazione con Supreme, il duo decise di proporre una nuova versione uguale alle precedenti del 2002. L’unica differenza stava nel side panel, rosso anziché nero e bianco.

Supreme x Nike SB Dunk Low “Red Cement” – 2012

A distanza di sette anni dall’ultimo drop che ha visto protagonista una Dunk, Nike e Supreme hanno realizzato tre nuove versioni di questo iconico modello, tutte impreziosite dalla presenza del jewel swoosh e da una tomaia in pelle premium.

Le sneakers sono già uscite sul sito di Supreme, mentre questa settimana saranno disponibili sul sito di Nike.

prossimo articolo

KAWS ha annunciato “BLACKOUT”, un’inedita mostra di sculture e dipinti