Sneakers

L’unità Air raggiunge nuove dimensioni con l’arrivo delle Nike Air Max Scorpion

Articolo di

Edoardo Cavrini

Il 2022 sarà un anno davvero speciale per le Air Max. Le Air Max 1 e le 97, infatti, compiranno rispettivamente 35 e 25 anni, e saranno tra le silhouette di maggiore interesse nella lineup di Nike. Oltre a queste celebrazioni, però, lo Swoosh ha in programma anche l’introduzione di nuovi modelli di Air Max, come le Air Max Scorpion.

La silhouette, di cui veniamo a conoscenza solamente ora, vanta una spessa unità Air che corre lungo tutta la lunghezza della scarpa e, dividendosi in diversi segmenti, va a costituirne l’intersuola. Come spesso accade quando si parla di ammortizzazione Air, è impossibile non porre la propria attenzione sul comfort assicurato da questa tecnologia che, con l’arrivo della Nike Air Max Scorpion e della sua midsole, sembra raggiungere nuovi livelli grazie anche alla presenza di spazi tra l’unità Air e la tomaia. Per quanto riguarda l’upper part, invece, le novità risultano essere meno sostanziali. Nell’unica foto pubblicata, la sneaker sembrerebbe presentare la classica tomaia in Flyknit, la stessa proposta sulle VaporMax, per intenderci, decorata dal ricamo dello swoosh a lato.

Secondo i primi rumours emersi in rete, le Nike Air Max Scorpion faranno il loro debutto a settembre 2022 su SNKRS App e presso selezionati rivenditori.