Vacca ha ascoltato MM4 e ha da dirne un paio a Massimo Pericolo

Articolo di

Roberta Gervasio

Gli inseparabili Jamil e Vacca sono forse i meno sopportati della scena rap italiana. Ne hanno sempre una per tutti e un sassolino spesso diventa un macigno.

Pochi giorni fa Jamil, attraverso una diretta Instagram, aveva messo in dubbio la street credibility di Massimo Pericolo. Avete capito bene, l’autore di “7 Miliardi” è stato attaccato proprio sul suo punto forte. Il lupo di San Vito, non contento, ha poi giustificato il tutto dicendo che la credibilità è frutto delle persone che segui su Instagram e, secondo lui, Massimo ne segue troppe. L’autore di “Ansia” non si è fatto attendere e in un live gliene ha dette un paio, proprio come ai vecchi tempi, sui palchi e non sui social.

Neanche Vacca si è fatto attendere. Dopo aver ascoltato e (non) metabolizzato bene il “Machete Mixtape 4“, ha pensato di fare un paio di storie per dire la sua. Leggendo tra le righe, pare evidente il riferimento a Massimo Pericolo. Ma perché?

Fibra è il motivo se rappo (gang)
Mica il motivo se spaccio

Così si aprirebbe la sua parte in “Star Wars“, brano in collaborazione con Fabri Fibra. Cosa c’è di male? Il problema, a quanto pare, oltre ai noti rancori passati tra Vacca e Fibra, pare essere l’ingratitudine di Massimo Pericolo. Infatti, poco prima che diventasse un fenomeno nazionale, ai tempi dell’intervista su Noisey, proprio Vacca aveva riconosciuto in lui un grande potenziale e l’aveva invitato nel backstage a divertirsi insieme ad Inoki, come si può vedere in foto. Come risponderà a questa provocazione?

In foto: Vacca, Massimo Pericolo e Inoki dal backstage.
prossimo articolo

Feng Chen Wang ripropone la collaborazione con Converse per la Spring/Summer 2020