Vetements sfila da McDonald’s

Articolo di

Ruben Di Bert

Vetements decide di rispettare il proprio ruolo di outsider della moda, presentando la collezione primavera/estate 2020 all’interno di un McDonald’s.

Lo show, tenutosi in occasione della Paris Fashion Week, ha portato in scena una serie di look che rappresentano perfettamente lo stile del brand, solito a provocazioni e manifestazioni non convenzionali. I look si ispirano a numerosi aspetti della vita quotidiana, quasi a simboleggiare un’interpretazione del normcore in chiave ironica. È per questo che troviamo outfit ispirati alle divise dei vigilanti, grafiche che danno un nuovo significato ai loghi (Internet Explorer diventa Ecstasy e PlayStation assume il nome di PayStation), stampe d’archivio e tagli oversize che richiamano l’estetica ugly chic.

Ancora una volta quindi Demna Gvasalia ha dato prova della sua irriverenza, senza preoccuparsi delle critiche.

prossimo articolo

Presentata durante la Paris Fashion Week la nuova collaborazione tra Eastpak e Raf Simons