Talks

Vi raccontiamo perché gli skater scelgono la Stazione Centrale

Articolo di

Jessica Longhi

Fotografa

Francesca Di Fazio

Outpump sale sulla tavola e incontra il mondo dello skate. Guidati dalla crew Massi skateboard andremo a scoprire in giro per Milano gli spot più amati e rappresentativi per ogni skater che si rispetti.

Il viaggio è già iniziato, prima meta Stazione Centrale e successivamente Garibaldi, due luoghi che chi corre sulla tavola non può non conoscere. Ma soprattutto tappe obbligatorie per i maghi dei trick.

Io vado in Centrale perché è casa mia, ci sono cresciuto e mi ha dato tantissimo. Soddisfazioni e dolori, ma fa tutto parte del gioco. È uno spot storico che ha formato lo skateboarding in Italia e ispira tutte le generazioni.

Dave di Massi skateboard

La Stazione Centrale, in anni di skate sulla sua piazza, ne ha viste di belle, “soddisfazioni e dolori“, come ci ha raccontato Dave, ma è anche luogo di ritrovo, di nuove conoscenze. Non solo un trampolino di lancio per provare nuovi numeri, ma un’opportunità di crescita e di contatto con altre culture.

Essendo una delle poche piazze rimaste nel mondo, è molto gettonata tra gli skater di diverse nazionalità, il che è figo perché impari lingue e conosci persone e tradizioni nuove.

Dave di Massi skateboard

Anche Garibaldi si difende bene. A differenza della Stazione, per molti è ancora un luogo da scoprire, altri invece l’hanno già provata. A livello architettonico colpisce subito ed è sicuramente uno spot interessante per scattarsi anche belle foto.

Garibaldi è una zona del tutto nuova, molto figa architettonicamente parlando e con tanti spot che stanno nascendo piano piano. È un po’ complicato per via delle mille guardie che ti cacciano via, ma rimane comunque fighissimo.

Dave di Massi skateboard

Fateci sapere sui nostri social quali spot vorreste vedere nel prossimo articolo.