Sport

Zaniolo e Fedez stringono un accordo biennale per la gestione dell’immagine del calciatore

Articolo di

Marco Grassi

Un nuovo futuro e una nuova gestione dell’immagine è quello che spetta a Nicolò Zaniolo dopo l’accordo biennale con la Doom Entertainment. L’obiettivo è quello di dar fiducia al ragazzo, facendo crescere il brand Zaniolo di pari passo con il talento grezzo del romanista.

La società Doom Entertainment, “Dream of Ordinary Madness” è partecipata al 51% da BE ShapingTheFuture e da Fedez, che nel 2019 ha guadagnato circa 2 milioni di euro per la fusione della sua ZDF al gruppo BE. Il gruppo, quotato in borsa, si lancia per la prima volta all’interno del panorama calcistico.

Fedez, che ormai rappresenta uno dei massimi influencer in Italia, ha dichiarato:

Mi fa piacere che lui sia il nostro primo “nuovo acquisto”: è un vero emergente, sostenuto da una grandissima caparbietà (dimostrata anche nell’affrontare e superare il suo infortunio) e dalla personalità solare ed entusiasta del ragazzo che è. Questa è esattamente la visione che avevamo quando abbiamo creato Doom: mettere una struttura professionale a supporto dei giovani talenti. Sono certo che lavoreremo bene insieme.

Sicuramente il calciatore, passato dall’Inter alla Roma durante la stagione 18/19 per 4,5milioni di euro, è uno dei talenti più promettenti del panorama italiano. La strategia di Doom, anche da quanto dichiarato da Stefano Achermann, presidente di Doom, è quella di tutelare l’atleta, valorizzando le sue doti fuori dal campo da gioco e costruendo intorno a lui un vero e proprio brand.

A confermare l’avvento all’interno di questo panorama è anche l’accordo con l’agente di Zaniolo, Claudio Vigorelli, che con Doom collaborerà anche per altri atleti della sua agenzia.

Fedez e Zaniolo si sono conosciuti durante la quarantena. Il rapper, che in questi giorni sta tornando sulla scena con il rilascio di alcuni singoli, ha visto in lui la freschezza e spensieratezza di un ventenne e probabilmente il futuro del calcio italiano. Al tempo stesso la “Vigo”, società di Vigorelli, ha ceduto alcuni dei ruoli di personal branding del ragazzo a quello che attualmente è riconosciuto come il più attivo comunicatore e opinion leader italiano.