Fashion

Junya Watanabe si ispira ai Jamiroquai per la collezione autunno/inverno 2022

Articolo di

Ruben Di Bert

Jay Kay icona fashion. Dopo aver influenzato il processo creativo di Virgil Abloh nella collezione pre-fall 2019 di Louis Vuitton, il frontman dei Jamiroquai continua a ispirare la moda con il suo stile originale. Non solo dal lato musicale, l’impatto estetico del gruppo è stato infatti fondamentale per far conoscere varie culture indigene nel mondo e imprimere un’immagine immediatamente riconoscibile.

Così anche Junya Watanabe, reduce dal successo della partnership con Supreme, ha voluto omaggiare l’artista chiamandolo a disegnare la linea uomo autunno/inverno 2022.

La presentazione si è espressa attraverso un digital show che riprende in tutto e per tutto il videoclip della hit “Virtual Insanity”, dall’ambientazione alla coreografia in bilico tra danza e défilé. In questo contesto i modelli si aggirano ballando e sfoggiano look che reinterpretano il lessico streetwear con divertenti note funky

Cappelli di pelliccia sproporzionati, parka militari, accenni di workwear, pattern folk, costruzioni mix&match su capispalla, maglioni con frange, fantasiosi blazer slim fit e jeans costellati di patch, le stesse che tornano su moltissimi pezzi. Sono soltanto alcuni dei riferimenti che si trovano nell’eclettica proposta firmata Junya Watanabe MAN, nella quale il designer giapponese ha voluto attingere all’heritage nativo americano e all’eredità della band acid jazz, che deve per l’appunto il suo nome a un gioco di parole tra jam session e la tribù degli Iroquois.

E ancora una volta non mancano le collaborazioni, da Pendleton a Levi’s, passando per New Balance, Karrimor, Carhartt e Stepney Works Club