Sneakers

Le Nike Air Ship “Banned” escono per la prima volta dopo 36 anni

Articolo di

Edoardo Cavrini

Era la stagione NBA 1984-1985 e Michael Jordan si accingeva a giocare le prime partite ufficiali come rookie dei Chicago Bulls con ai piedi le leggendarie Nike Air Ship.

A 36 anni di distanza dal suo debutto, la scarpa che infrangeva con il suo schema cromatico rosso e nero gli standard di uniformità previsti dalla lega NBA è pronta ad arrivare per la prima volta sugli scaffali. Il modello che uscirà in esclusiva presso il negozio italiano Back Door Bottega non si limiterà solamente a riprendere le stesse tinte del paio indossato da His Airness, bensì arriverà in versione Pro. L’edizione, utilizzata da Jordan solamente contro gli Indiana Pacers, i Milwaukee Bucks e i New York Knicks, differirà dalle classiche Nike Air Ship – comparse in rete qualche mese fa – per la midsole e la suola. Questi due elementi sono infatti stati presi in prestito dalla silhouette delle Nike Pro Circuit da tennis in maniera da offrire più leggerezza e comodità nei movimenti del giocatore.

Tutto ciò che posso dire, nel ruolo di collezionista e grande fan di Michael Jordan, è che sono davvero orgoglioso ed eccitato al pensiero che Jordan Brand abbia scelto me e il mio store, Back Door Bottega, per rilasciare in anteprima questo capolavoro di scarpa.

Marco Evangelisti, fondatore di Back Door Bottega

Con queste parole Marco Evangelisti annuncia l’arrivo delle Nike Air Ship Pro, disponibili prima attraverso una raffle in-store che inizierà oggi, 1 agosto, poi tramite una raffle globale con apertura fissata il 3 agosto.

prossimo articolo

Cristiano Ronaldo e Dybala lanciano due linee di occhiali