Il Milan omaggia la storia della moda con la terza maglia 2020-21

Articolo di

Claudio Pavesi

PUMA Football e A.C. Milan hanno presentato la nuova terza maglia, un omaggio alla moda, milanese e non, nonché un buon insieme di riferimenti a una storica divisa rossonera.

https://twitter.com/acmilan/status/1295254098439294977?s=20

PUMA sta basando tutte le sue divise su particolari ispirazioni cittadine: lo abbiamo visto con la maglia casalinga del Milan, con quella del Borussia Dortmund, ma anche con tutti i kit del Valencia e del Manchester City. L’architettura e l’arte però non sono le uniche ispirazioni che PUMA sta utilizzando, in questa terza maglia del Milan infatti il tema è la moda.

Alla base della divisa troviamo il pattern “Houndstooth” (letteralmente “dente di cane”), un’iconografia classica del mondo della moda che trova le sue origini nelle Lowlands scozzesi e viene utilizzato nella versione che troviamo sulla divisa dei milanesi già nel 1936.

Nel nuovo kit del Milan possiamo trovare un riferimento a una vecchia maglia targata 1995-96, realizzata da Lotto Sport Italia. Le maglia a cui facciamo riferimento è leggermente più tendente al grigio rispetto a quella di PUMA ma considerando l’assenza di queste cromie nella storia milanista, l’accenno al kit indossato da Roberto Baggio e compagni è abbastanza chiaro. All’epoca la maglia non fu molto utilizzata, trattandosi di una quarta maglia da aggiungersi alla rossonera casalinga, la bianca away e la terza maglia gialla.

Consapevole dell’impatto fashion di questo kit, PUMA ha pensato bene di aggiungere del materiale lifestyle e degli accessori alla collezione, principalmente abbigliamento come felpa, t-shirt e track, oltre che tazze e cover per il telefono. Una scelta intelligente considerando che sono proprio le maglie del brand tedesco quelle momentaneamente più apprezzate dal punto di vista fashion.

L’intera linea dedicata alla terza maglia del Milan è disponibile insieme al kit stesso sul sito di PUMA e del club.