L’Olympique Marsiglia ha lanciato un’etichetta discografica rap

Articolo di

Claudio Pavesi

Il legame tra calcio e rap è speciale in Francia, lo si vede da quanto i rapper si leghino alle squadre o addirittura alla Nazionale, e di conseguenza ai giocatori. L’Olympique Marsiglia ha però portato questo concetto a uno step successivo, creando un’etichetta discografica: OM Records.

https://twitter.com/OM_Records/status/1309130596522905602

Il club della seconda città della Francia si è legato con BMG, la società per il management di diritti musicale, nonché parte di Sony, per aprire OM Records, una label discografica che non solo ha grandi ambizioni, ma già da oggi si posizione come l’unica major di Marsiglia. Nella città della Provenza infatti ci sono solo piccole etichette indipendenti, mentre tutte le major sono collocate a Parigi. La scelta di aprire una major label marsigliese è una conseguenza naturale del talento musicale uscito dalla città che include artisti quali Soprano, Alonzo, Jul, YL e SCH, sentito più volte duettare anche con Sfera Ebbasta.

Non è un caso che ormai quasi due mesi fa il rapper inglese Hardy Caprio, membro di BMG, abbia filmato gran parte del suo ultimo video proprio all’interno dello stadio Vélodrome e con la maglia del Marsiglia.

La squadra di Marsiglia entra così nel mondo della musica, in una partnership divisa al 50% tra la squadra e BMG. Come dichiarato, l’etichetta ha lo scopo di lanciare e supportare artisti emergenti, soprattutto della scena locale, del Sud della Francia e africani, una comunità molto rappresentata in città.

Come dimostrazione dell’attenzione verso questa partnership, l’OM ha presentato il nuovo acquisto Luis Henrique con grafiche che lo immortalano sulla copertina di un album musicale e con un video che include un pezzo realizzato per l’occasione dal rapper L’As.

https://twitter.com/OM_Officiel/status/1309394749531582464

Il primo progetto di OM Records si chiamerà Vendredi 13 (Venerdì 13), e si tratta di una compilation di pezzi di artisti locali che già erano stati coinvolti all’inizio della pandemia di COVID-19 sotto il nome di “M La Compo” per la realizzazione di un singolo a scopo benefico attraverso la OM Foundation, altro ente della squadra di calcio marsigliese.

Su Outpump abbiamo spesso parlato di come la Ligue 1 abbia un forte legame con l’estetica rap e la cultura urban, ma questo passo dell’OM potrebbe essere un nuovo punto di partenza per tutte quelle squadre e quelle realtà che davvero vogliono avere un impatto forte sulla propria comunità.

prossimo articolo

Per Balmain Kim Kardashian è la nuova Brigitte Bardot