Fashion

Domani Raf Simons riassortirà cento capi d’archivio

Articolo di

Ruben Di Bert

Come abbiamo visto in diverse occasioni, le collezioni passate di Raf Simons sono considerate dei capolavori assoluti all’interno del mondo della moda, tant’è vero che alcuni suoi pezzi, come per esempio il bomber Riot! Riot! Riot! hanno raggiunto un valore astronomico nel mercato secondario.

Lo scorso luglio però è arrivata una buona notizia per tutti coloro che sognano di possedere un grail, ma sono scoraggiati dal prezzo proibitivo.

Lo stilista belga ha infatti annunciato che per celebrare i venticinque anni dalla nascita della sua linea eponima riassortirà la bellezza di cento capi d’archivio. L’iniziativa, chiamata Archive Redux, riproporrà per l’appunto un vasto numero di articoli considerati come i più rappresentativi della carriera del designer sotto forma di una capsule collection che affiancherà la collezione primavera/estate 2021.

Da allora però non si seppe più nulla e i riflettori si spostarono esclusivamente sulle sue performance al fianco di Miuccia Prada nel ruolo di co-direttore creativo, ma adesso l’attesa è finita. Sebbene non sia ancora stata rivelata la lista completa dei pezzi che faranno parte dell’iniziativa, qualche informazione in più è emersa: sappiamo che ci sarà per certo una felpa tratta dalla primavera/estate 2002, una camicia del 1998, un dolcevita lanciato nel 1995, il parka dipinto a mano dell’autunno/inverno 2004, la maglieria oversize del 2016 e alcuni articoli della famosa collaborazione con Sterling Ruby.

Non è stato così facile decidere. In certi momenti è stato emozionante, perché ci sono molti ricordi. Tantissimi giovani volevano dei capi che sono usciti quando non erano nemmeno nati!

Raf Simons

Ultimo dettaglio, ma non meno importante: la data di rilascio è prevista per il 22 gennaio presso alcuni retailer selezionati come MATCHESFASHION.