Fashion

La collaborazione tra Off-White e Church’s è per le occasioni speciali

Articolo di

Ruben Di Bert

Quando lo scorso febbraio si è cominciato a parlare di quale sarebbe stato il futuro di Off-White, i vertici del gruppo LVMH e di New Guards Group hanno non solo dichiarato che per il momento non sarebbe stato necessario eleggere un sostituto di Virgil Abloh, ma hanno anche colto l’occasione per anticipare alcuni dei progetti speciali che avrebbero visto la luce in futuro.

Tra questi vi è per esempio la capsule collection Off-White c/o Church’s, che ha debuttato durante l’emozionante tributo della sfilata “Spaceship Earth: an Imaginary Experience” tenutasi al Palais Brongniart nei giorni della Paris Fashion Week.

Ora che la collaborazione disegnata personalmente da Virgil è stata presentata ufficialmente, è possibile notare al meglio come il carattere sovversivo del creativo abbia generato un dialogo aperto con un marchio storico attraverso una linea genderless di calzature che rivisita i codici della tradizione e dell’artigianato.  

Il primo capitolo di questo sodalizio reinterpreta quindi uno stile classico per mezzo di nuovi riferimenti che riflettono la comprensione della contemporaneità da parte del defunto designer e lo fa attraverso il modello Burwood del 1953. La scarpa oxford non è stata infatti snaturata, bensì “rimasterizzata”: rimane il tipico motivo a coda di rondine, ma la pelle di vitello nera spazzolata sostituisce la tomaia marrone scamosciata e compare la scritta “SPECIAL EVENTS” sul lato esterno.

La silhouette è attualmente disponibile nei negozi di entrambi i brand e presto anche online