Fashion

Il “Creators Lab” di Swarovski porta le collaborazioni nel mondo del cristallo

Articolo di

Leonardo Brini

Da quando Giovanna Battaglia Engelbert è diventata la prima Global Creative Director di Swarovski, il marchio austriaco è tornato prepotentemente sotto i riflettori grazie a uno stile appariscente, esagerato ma estremamente fashion. Dopo il restyling completo dei negozi e la presentazione a settembre della “Collection II“, il brand ha deciso ora di lanciare “Creators Lab”, una nuova piattaforma online dedicata alle collaborazioni.

L’obiettivo del progetto è quello di diffondere la creatività di alcuni dei brand più famosi del momento permettendo ai nuovi designer di rendere proprio lo sfarzo di Swarovski. Reinventare diventa quindi la parola chiave che collega tutte le creazioni dei marchi coinvolti, i quali, grazie alle caratteristiche uniche del materiale creato da Daniel Swarovski nel 1862, hanno potuto “aggiornare” i prodotti che li hanno resi famosi. Oltre alla già annunciata Air Force 1 in collaborazione con Nike, tra i primi partner che si sono sbizzarriti a creare pezzi unici da collezione e in edizione limitata troviamo Amina Muaddi, Judith Leiber e MA®KET.

Dall’estro creativo della shoe-designer Amina Muaddi nasce così una nuova colorazione dell’iconico sandalo “Julia Glass”, dotato di punte di cristallo che cingono la caviglia e dell’inconfondibile tacco triangolare, mentre dal mondo scintillante di Judith Leiber arrivano tre clutch dal sapore hollywoodiano. Oltre alla vendutissima “Slim Slide Bag” decorata per l’occasione da un intricato mosaico di cristalli trasparenti e alla “Star Eclipse Bag”, il prodotto più stravagante creato dalla designer ungaro-americana è senza dubbio la borsa a forma di macchinetta distributrice di gomme da masticare, completamente rivestita di Swarovski applicati a mano e venduta a 4.500€.

Non è però solo il mondo dell’alta moda a essere coinvolto nel nuovo “Creators Lab“: oltre a Nike, l’ex Chinatown Market, ora solamente MA®KET, è stato incaricato di avvicinare la visione streetwear al mondo dei cristalli. Il risultato è un esclusivo pallone da basket (disponibile sia nella dimensione regolamentare sia in una versione “mini” ) tappezzato da circa 15.000 Swarovski in technicolor, disposti a ricreare la mappa del mondo sulla quale spicca il classico smile del marchio. Swarovski e MA®KET non sono però nuovi alle collaborazioni: già nel 2020, infatti, il duo aveva realizzato una palla “cristallizzata” andata sold-out in soli tre giorni. A differenza della prima versione monocromatica, la nuova variante colpisce per i colori sgargianti e rappresenta in maniera ancora più esplicita la creatività e l’artigianalità dei due brand.

Tutti i prodotti sono ora disponibili sul sito di Swarovski, ma attenzione: come suggerito dal sito di MA®KET, meglio non provare a far rimbalzare il pallone.