Sneakers

La Air Jordan 1 è ora un marchio registrato, addio bootleg

Articolo di

Edoardo Cavrini

Cause, processi, tribunali e intimidazioni sono tutte cose che Nike si lascerà probabilmente alle spalle perché United State Patent and Trademark Office ha ufficialmente garantito la registrazione del marchio per i design delle Air Jordan 1 (High, Low e Low SE).

La lunga guerra intrapresa dallo Swoosh contro i produttori di bootleg è terminata. Come riportato dall’account Instagram @sneakerlawfirm, pagina esperta nel settore della legislazione legata al footwear e al fashion, la silhouette della Air Jordan 1 è ora considerata di proprietà di Nike. I vantaggi dell’azienda di Beaverton ora sono numerosi. In primis c’è la possibilità di perseguire legalmente i marchi che decidono di lavorare sul design della sneaker anche se non effettuano radicali cambiamenti.

La vicenda con Warren Lotas, chiamato in causa la sua versione delle Dunk SB “Pigeon”, è probabilmente la più recente, e forse l’ultima assieme a quella con MSCHF, di queste avventure legali. Sarà curioso scoprire su cosa ripiegheranno ora marchi come Fugazi. Sceglieranno altre silhouette o lavoreranno sulla Air Jordan 1 Mid?