Marracash ha qualcosa da dire

Articolo di

Greta Scarselli

Marracash, dopo mesi di assenza dai social, interrotti soltanto dalla pubblicazione del singolo “F.A.K.E.” e da un’inevitabile foto con Mahmood, è tornato per dirci qualcosa di serio.

Ci aveva lasciato lo scorso agosto con un post in studio, fotografato da The Night Skinny in una posa pensierosa, quella che vedete in copertina. Al tempo era da poco uscito “Marracash – Dieci Anni Dopo“, un album di inediti e rarità che hanno avuto la forza di riportare ai giorni nostri un disco del 2008, il primo disco di Marracash. Ai fan, però, è sembrato solo un assaggio che non è riuscito a colmare l’assenza del rapper dalla scena, che dal 2015 – con “Status” – ad oggi, conta soltantoSanteria“.

Dopo il successo di Santeria mi sono accorto che la mia carriera, da sola, non mi avrebbe reso felice.

È proprio da qui che iniziano le parole di Marracash, quel disco, nonostante il successo, gli ha fatto capire che la musica non era ciò che lo avrebbe reso felice – non solo quella, almeno. Da lì un dietrofront, un allontanamento dall’inquinamento dei social perché Marracash, a 37 anni, doveva capire chi era. Quattro anni investiti in sé stesso, quattro anni in cui ha scritto un nuovo album, uno vero, quello che aspettiamo ormai da troppo; ha buttato giù un libro, tutto di mano sua e con questo è pronto a tornare perché ora, forse, è felice.

Il disco d’oro ottenuto soltanto adesso da “Business Class“, brano di punta di “Marracash – Dieci Anni Dopo”, è servito a capire che la sua presenza così sporadica non ha fatto bene al suo pubblico, ma ha anche confermato che le leggende restano leggende anche se non si fanno notare.

View this post on Instagram

Dopo il successo di Santeria mi sono accorto che la mia carriera, da sola, non mi avrebbe reso felice. Esistono persone per cui il lavoro è il fine ultimo dell’esistenza e il successo il metro della felicità stessa. Non sono mai stato io. Avevo bisogno di una dose di vita vera, l’ho cercata disperatamente, e me la sono presa tutta in faccia… Ho lentamente smesso di postare sui social perché non avevo niente di buono da condividere e mi illudevo che sparire da qui mi avrebbe anche fatto sparire dal mondo. Oggi mi sento fiero di essere sparito. In un momento in cui tutti fingono di non essere interessati all’ opinione che gli altri hanno di loro, sparire è stata la cosa più punk che abbia mai fatto. Vedo i miei follower che calano di giorno in giorno, l’esatto contrario di come dovrebbe funzionare e I don’t give a fuck (rock’n’roll?). I Social mi ricordano quelle telenovelas che guardava mia madre in cui se salti 20 puntate, quando torni non è successo un cazzo. Sono contento che Business Class sia stato certificato oro, è una buona anticipazione di quello che sarà lo stato d’animo del nuovo album che sto finendo. Sto anche scrivendo un libro, tutto di mio pugno, ed è una cosa che sognavo di fare da sempre. – Ciò che trascuri diventa di altri – e io ho trascurato voi e ho trascurato me stesso e ora non so se siete ancora miei, lo scopriremo presto. Ma io so di essere più mio che mai. Foto di @tommybiagetti

A post shared by Marracash (@kingmarracash) on

prossimo articolo

Fendi punta sui branding fluo nella capsule collection Roma Amor