Sneakers

Le Nike Blazer Mid “Move to Zero” hanno un aspetto familiare

Articolo di

Edoardo Cavrini

L’impegno di Nike nei confronti dell’ambiente è sempre più visibile. L’azienda di Beaverton sta cercando di minimizzare gli sprechi durante le fasi di produzione ed è decisa a promuovere iniziative dall’animo green come per esempio “Nike Refurbished“, progetto che si pone l’obiettivo di donare nuova vita a scarpe poco usate o leggermente difettate.

Nell’ambito di questa corsa alla salvaguardia del pianeta, Nike ha creato anche il programma “Move to Zero“, che tra i tanti goal si era posto quello di deviare dalle discariche il 99% di tutti i rifiuti provenienti dalla produzione delle calzature. Grazie a questa operazione sta nascendo quindi una serie di sneakers dai look innovativi ed eco-friendly, di cui fa parte la collezione Space Hippie, composta da silhouette mai viste prima, ma anche sneakers iconiche trasformate in nuove proposte.

È questo il caso delle Nike Blazer Mid “Move to Zero”, caratterizzate da una tomaia realizzata con un mix di materiali come mesh, pelle, suede e nylon rip-stop. Le sfumature proposte sull’upper part, che variano dal color crema fino al giallo, unite alla scelta dei materiali, ricordano molto le prime Off-White x Nike Blazer di Virgil Abloh. A differenziarle da quella scarpa è però lo swoosh, questa volta di dimensioni contenute, e il logo Nike Move to Zero sul tallone. La midsole semitrasparente è l’ultimo tocco che rende questa uscita davvero speciale e che, oltre a donare freschezza e innovazione alla silhouette, permette di intravedere il pattern dell’outsole realizzata con materiali riciclati.

La data di lancio delle Nike Blazer Mid “Move to Zero” è ancora sconosciuta, non ci resta che aspettare l’ufficialità di Nike.