Nike conquista la classifica dei brand più desiderati del momento

Articolo di

Ruben Di Bert

Tra gli effetti del coronavirus e i gravi episodi di razzismo accaduti negli Stati Uniti, i mesi di aprile, maggio e giugno sono stati un po’ particolari e come spesso accade i fatti influenzano anche il mondo della moda. A confermarci questa situazione è il recente studio di Lyst che, analizzando il comportamento online di oltre nove milioni di utenti, ha registrato un netto cambiamento nelle tendenze fashion.

A causa del lockdown e della voglia di fare attività all’aria aperta dopo la sua fine, Nike è diventata per la prima volta il brand più desiderato del momento, spodestando Off-White, che da quasi un anno consecutivo era in vetta alla classifica. Il successo del colosso di Beaverton non è dovuto solamente alla forte richiesta di capi sportivi, ma anche al suo sostegno nei confronti del movimento Black Lives Matter con lo slogan “Don’t Do It” e alla diffusione della docuserie targata Netflix “The Last Dance“, che ha fatto incrementare del 36% le ricerche riguardanti le sneakers della linea Jordan, con un picco per le Air Jordan IV Flyknit.

Le novità che testimoniano questo periodo di cambiamento non sono finite, perchè due nuovi nomi come Balmain e Fear of God sono apparsi nuovamente nella lista dei marchi più in voga, conquistando parecchie posizioni.

In generale il fashion business ha riscontrato non poche difficoltà durante la pandemia e visto l’annullamento di tutti gli eventi e la digitalizzazione delle sfilate, solo chi ha puntato maggiormente sull’e-commerce e su una fanbase solida è riuscito a rimanere sul pezzo. Tra questi c’è per esempio Jacquemus, il quale ha saputo tenere compagnia ai suoi seguaci con delle iniziative su Instagram piuttosto originali, come lo shooting via FaceTime con protagonista Bella Hadid e i simpatici scatti della nonna di Simon Porte, oltre ai numerosi repost dedicati alle persone che sfoggiavano le sue creazioni.

Parlando proprio di social network e in particolare di TikTok, si nota ancora come i più importanti trend derivino da essi. Dopo averlo visto indosso ad Harry Styles, il cardigan a uncinetto di JW Anderson è diventato un vero e proprio fenomeno tra i millennials e un ulteriore conferma arriva anche da Birkenstock, che ha visto svettare in prima posizione tra i prodotti più desiderati dalle donne i suoi sandali Arizona in seguito alle partnership di successo con Valentino e Rick Owens, e alle numerose apparizioni indosso a figure di spicco come Kendall Jenner, Gigi Hadid, Usher e Leonardo DiCaprio.

Tornando invece sul tema COVID-19, l’interesse per le mascherine continua a crescere di trimestre in trimestre, sottolineando come le più apprezzate per lui e per lei siano rispettivamente quelle di Off-White e Marine Serre, mentre un curioso fatto è il ritorno in auge del cappellino da baseball dovuto alle imbarazzanti capigliature che abbiamo avuto durante la chiusura dei parrucchieri.

Infine, rimane stabile anche la tendenza gender neutral, portata avanti dalla diffusione degli stivali unisex che dopo Prada e Dr. Martens passano il testimone ad Alexander McQueen.

prossimo articolo

Adesso anche le sneakers si possono acquistare a rate