Fashion

Gucci Circolo Milano, un nuovo spazio immersivo in cui scoprire la maison

Articolo di

Ruben Di Bert

Non soltanto la celebrazione di un secolo di storia, ma la necessità di rendere partecipe la community nella scoperta di codici e valori che rendono unica la maison. È questo lo spirito che guida Gucci nei festeggiamenti del suo centesimo anniversario e nel fitto calendario di appuntamenti a esso collegati.

Seguendo il percorso cominciato con la mostra “Gucci Garden Archetypes” dello scorso maggio e proseguito poi con il restauro di Palazzo Settimanni a Firenze per ospitare l’immenso archivio, il brand del gruppo Kering, a distanza di pochi giorni dal debutto del progetto Gucci Vault, è ora pronto ad aprire un nuovo spazio in cui è possibile immergersi a 360° nel suo DNA.

Il luogo dove recarsi per vivere questa magica esperienza è il settecentesco palazzo Gallarati Scotti situato in via Borgospesso, nel cuore del Quadrilatero della moda, notevole esempio di architettura barocca milanese che in passato ha ospitato illustri studiosi, scrittori e musicisti. Al suo interno prende vita il Gucci Circolo Milano, una sede in cui riunirsi per scoprire in modo coinvolgente l’estetica del direttore creativo Alessandro Michele e i lavori da lui fatti per il marchio.

L’esposizione si articola in un susseguirsi di stanze dedicate ai vari capitoli della collezione “Aria” e non solo. Si parte dalla capsule “Gucci 100”, per arrivare alla presentazione di “The Hacker Project” con il coinvolgimento di Balenciaga. Dopodiché tocca alla listening lounge, una sala d’ascolto che si focalizza sul profondo legame con la musica, mettendo a disposizione espositori colmi di vinili prodotti da artisti come Harry Styles, Elton John, Florence Welch e Achille Lauro, permettendo di scaricare una playlist a tema, farsi una foto all’interno del photo booth e divertirsi con i videogame di Gucci Arcade. Inoltre, i visitatori hanno la possibilità di calcare la passerella dell’ultima sfilata accompagnati da luci al neon, flash e macchine fotografiche che sfociano magicamente tra i profumi e i fiori di un giardino incantato. A conclusione dell’esperienza, è possibile accedere alla sala da tè per regalarsi un momento di pausa su poltrone e divanetti in velluto, circondati da preziosi allestimenti floreali. 

Gucci Circolo Milano rimarrà aperto per un periodo limitato, intervallato da eventi che si terranno fino alla fine di novembre nella screening lounge.